Vai al contenuto

Guida di viaggio dei Balcani

Scoprite tutto sui Balcani prima di iniziare il vostro viaggio. In questa Guida di viaggio dei Balcani abbiamo elencato tutto ciò che dovete sapere quando viaggiate qui.
Collegamenti rapidi

Cosa sono i Balcani?

I Balcani sono un regione dell'Europa sudorientale. È anche conosciuta come Penisola Balcanica, anche se i geografi direbbero che questo nome è leggermente controverso, poiché la regione vera e propria non è limitata alla penisola stessa e le caratteristiche geografiche della penisola non la qualificano del tutto per essere considerata una penisola.

I Balcani sono costituiti da dodici paesi: Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Slovenia, Montenegro, Albania, Macedonia del Nord, Serbia, Kosovo, Bulgaria, Romania, Grecia, Romania. Ognuno di essi ha un carattere e una cultura unici.

La storia dei Balcani è a dir poco movimentata. La regione è stata un luogo di crocevia di culture fin dalla preistoria. Durante l'antichità, l'area fece parte dell'Impero greco e di quello romano, per poi essere conquistata dalle tribù slave, i cui attacchi all'Impero romano contribuirono a porre fine al suo regno.

Questa collisione di culture nel corso della storia ha causato la mappa religiosa eterogenea che vediamo oggi. L'influenza bizantina è testimoniata dal popolazione cattolica e ortodossamentre le tracce dell'Impero Ottomano sono visibili nel comunità islamiche e cristiane.

Purtroppo, questa diversità non ha solo arricchito la cultura dei Balcani, ma ha anche contribuito a renderla più difficile da gestire. conflitti. Sei dei paesi balcanici precedentemente elencati facevano parte della Jugoslavia nel XX secolo, la cui disgregazione è stata seguita dall'orribile Le guerre balcaniche negli anni '90. Ad aggiungersi alla storia turbolenta, l'evento che ha scatenato la prima guerra mondiale Anche nei Balcani si verificò un conflitto, quando Gavrilo Princip assassinò l'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria a Sarajevo il 28 giugno 1914.

Nonostante il suo passato problematico, questa è una regione ricca di persone alla mano e amanti del divertimentoI Balcani sono una regione ricca di tradizioni, di cibi straordinari e di diversità culturali: continuate a leggere per scoprire tutto sui Balcani.

Viaggi per piccoli gruppi
Croazia vista tramonto

Perché amerete i Balcani?

È impossibile non innamorarsi dei Balcani, indipendentemente dal tipo di viaggiatore. 

La regione è ricca di natura incredibile e bellissimi parchi nazionali dedicati alla sua protezione. Il Triglav NP, il Plitvice NP, il Kornati NP, il Durmitor NP e il Thethi NP sono solo alcuni dei parchi nazionali più noti, ma potremmo continuare all'infinito se li elencassimo tutti.

I Balcani sono anche un crogiolo di culturee lo si può osservare in ogni tappa del viaggio. La diversità di religioni e nazionalità ha purtroppo contribuito in passato ai conflitti nei Balcani, ma una volta giunti sul posto si rimane spesso stupiti da come queste culture contrastanti coesistano e prosperino insieme. E tutto questo è merito della gente, naturalmente! Sebbene abbiano convinzioni politiche molto forti, in teoria, in realtà sono generalmente molto accomodanti e accettano la diversità, e questo è esemplificato al meglio nella loro ospitalità straordinaria.

Tutto questo attira naturalmente molti visitatori, e soprattutto le aree turistiche intorno alle principali attrazioni sono giustamente affollate. Detto questo, molte aree sono completamente sensazione di non scoperta e vi permetteranno di esplorare nuovi luoghi lontano dalla frenesia turistica.

In pratica, una delle cose migliori dei Balcani è il rapporto qualità-prezzo che si può ottenere. 

E visto che stiamo parlando del rapporto qualità-prezzo, non possiamo non menzionare il cibo. Diversità della cucina è un altro vantaggio del mix culturale balcanico e, come tutto il resto, si può gustare senza spendere troppo. I piatti in sé sono deliziosi e sono resi ancora più buoni dall'uso di prodotti locali come l'olio d'oliva, il sale e le verdure fresche così come un'ampia selezione di vino e birra locali.

Cucina tradizionale balcanica
Il modo tradizionale dei Balcani di preparare il cibo

Luoghi che potete visitare con noi

Come abbiamo già cercato di mostrare, i Balcani sono una regione molto varia e ricca di storia. È composta da diversi Paesi, ognuno dei quali è ricco di attrazioni e luoghi imperdibili. Ecco una breve panoramica di quelli inclusi nei nostri tour:

Slovenia è un piccolo ma bellissimo Paese sul versante soleggiato delle Alpi. È famoso per le sue Alpi Giulie mozzafiato, i suoi fiumi gioiello, la bella capitale Lubiana, l'ipnotico Lago di Bled, le storiche città costiere e gli incredibili paesaggi naturali. In Slovenia, la bellezza non è solo superficiale: è anche nota per una delle grotte più incredibili del mondo, le Grotte di Postumia. Per un'esplorazione più approfondita della Slovenia, potete visitare gli specialisti sloveni - Vacanze in Slovenia o se desiderate un viaggio pre o post viaggio in Slovenia di un solo giorno, Gite di un giorno in Slovenia è l'indirizzo che fa per voi.

Isola di Bled Slovenia
Isola di Bled, Slovenia

Croazia è il vicino mediterraneo meridionale della Slovenia. Famosa soprattutto per le sue bellissime spiagge, il mare blu scintillante e le innumerevoli isole, grandi e piccole, la Croazia è un paradiso estivo. Le sue città costiere, come Spalato e Dubrovnik, sono un mix perfetto di storia e romanticismo, con le loro stradine lastricate in pietra e i porti risalenti all'antichità. Ma, che ci crediate o no, la Croazia ha ancora più da offrire delle sue attrazioni balneari. La sua capitale, Zagabria, è una città vivace e cosmopolita che combina il suo carattere storico con un tocco moderno. E con luoghi come il Parco Nazionale di Plitvice, anche gli amanti della natura possono avere la loro parte di emozioni di viaggio. 

Dubrovnik-vista-dal-monte-Srd
Dubrovnik, Croazia

Bosnia ed Erzegovina è un piccolo Paese incastonato tra Croazia, Serbia e Montenegro. È il miglior esempio di mix di culture in tutti i Balcani, con resti dell'Impero Ottomano sparsi in tutto il Paese e nella sua cultura. Ciò è evidente soprattutto nelle sue belle e colorate città, come Mostar e Sarajevo. La ricca cultura, il ritmo di vita rilassato, l'architettura turca e il cibo straordinario si intrecciano con i ricordi delle tragiche guerre balcaniche degli anni '90, che hanno devastato duramente il territorio della Bosnia. Che si tratti dei segni dei proiettili sui muri degli edifici o dei tunnel sotterranei di Sarajevo che si possono percorrere per conoscere meglio il suo passato, non si può sfuggire alla storia. E questo contrasto tra un passato doloroso e la perseveranza della gente è ciò che rende la Bosnia-Erzegovina ancora più speciale.

Ponte di Mostar
Mostar, Bosnia-Erzegovina

Montenegro offre qualcosa per tutti. I suoi paesaggi naturali vasti e incontaminati attireranno gli amanti della natura e gli amanti dell'adrenalina, che potranno provare una dose di emozioni forti nel Parco Nazionale del Durmitor e fare rafting nel canyon più profondo d'Europa, quello del fiume Tara. Il Montenegro vanta anche incredibili città storiche costiere come Kotor e Budva, che permettono di esplorare bellissime strade lastricate in pietra e antiche mura cittadine e di trascorrere una divertente giornata in spiaggia nello stesso luogo.

La baia di Kotor-panorama
Baia di Kotor, Montenegro

Serbia è un paese vasto e bellissimo al centro dei Balcani. La sua capitale, Belgrado, ospita molti edifici imponenti, chiese imponenti e templi che esemplificano la diversità religiosa e culturale della Serbia, oltre a siti storici e alla sua zona personale simile a Montmartre, la via Skadarlija. Novi Sad è un'altra incredibile città della Serbia. È nota per la diversità culturale, proprio come Belgrado, ma è anche una città accogliente e vivace, piena di ottimi bar e di ottima musica, e ospita persino il festival musicale EXIT, famoso in tutto il mondo!

Belgrado Serbia
Belgrado, Serbia

Macedonia del Nord è un Paese bellissimo, ricco di vaste risaie e aree rurali. Ma vanta anche alcune località urbane da non perdere. La città di Ohrid è un'antica città con un numero impressionante di chiese, siti storici e, naturalmente, lo splendido lago di Ohrid. Sebbene si trovi nello stesso Paese, Skopje sembra essere lontana dalla tranquilla e storica località lacustre di Ohrid. La capitale della Macedonia settentrionale è grande, imponente e ricca di architettura monumentale, all'altezza di qualsiasi opulenta metropoli dell'Europa centrale. 

Ohrid
Ohrid, Macedonia settentrionale

Albania è un altro Paese balcanico sulla costa del Mar Adriatico che vanta spiagge incredibili e giornate di sole infinite. Sebbene sia meno popolare come meta di vacanza rispetto, ad esempio, alla Croazia, questo non riflette la sua bellezza, e sicuramente cambierà nel prossimo futuro. A causa della sua posizione geografica, l'Albania è stata a lungo sotto il dominio greco, romano e veneziano, il che si riflette nella sua straordinaria architettura, con l'anfiteatro romano di Durazzo come esempio incredibile. Anche la capitale dell'Albania, Tirana, è un affascinante mix di influenze culturali e architettoniche, con architetture italiane, europee borghesi e brutaliste sparse per la città.

Thethi-Albania-NP-scala-1
Parco nazionale di Thethi, Albania

... e molto altro ancora

Cose da fare nei Balcani

Le esperienze che si possono fare nei Balcani sono così tante che non sarebbe giusto stilare una classifica, quindi non vi inganneremo con una lista delle cose più belle da fare.

Possiamo però descrivere le caratteristiche generali della regione e darvi un'idea di come potrebbe essere la vostra vacanza. I Balcani hanno tutto - Dalla splendida costa, alle montagne e ai fiumi più belli, fino alle grandi città storiche come Belgrado, Sarajevo e Dubrovnik.

Quindi, sia che siate amanti della cultura, della storia e delle atmosfere cittadine, sia che siate dei fanatici della natura, non rimarrete delusi.

La costa adriatica si estende attraverso la Croazia, il Montenegro e l'Albania, ed è il luogo perfetto per fare il bagno al sole e rinfrescarsi nel mare blu scintillante. Se desiderate trascorrere più tempo in acqua e volete sperimentare un'attività di pesca di grossa taglia unica nel suo genere, recatevi dai nostri amici di Croazia Pesca al tonno per un'avventura indimenticabile.

Per un'esperienza più autentica nella natura, è possibile recarsi nella montagne in SloveniaSerbia e Albania, e godere della aria fresca di montagna esplorando i dintorni da una prospettiva a volo d'uccello. Ma non si tratta solo di altitudini! Nei Balcani, gli alti e i bassi sono altrettanto grandiosi, e potrete constatarlo in prima persona se esplorerete alcuni dei luoghi più belli della regione. valli di fiumi incredibilmente incontaminati come l'Isonzo, la Neretva, il Tara o la laghi mozzafiato come Bled, Bohinj, Ohrid e i laghi di Plitvice. 

Viaggi privati
Viaggiatore a Mostar, Bosnia-Erzegovina

La top 5 dei luoghi da visitare nei paesi balcanici

Slovenia

1. Lago di Bled

La foto del lago di Bled e dell'isola della chiesa con le montagne alle spalle è lo spettacolo più riconoscibile della Slovenia. Fare un giro in barca tradizionale fino all'isola, visitare il castello più antico della Slovenia o provare il dolce locale "kremšnita" sono solo alcuni dei motivi per visitare questo luogo magico.

lago-bled-isola-scala-1
Lago di Bled, Slovenia

2. Postumia

La grotta più famosa della Slovenia vi invita a fare un giro sulla sua ferrovia sotterranea per esplorare a piedi i suoi numerosi miracoli. Chissà, forse vedrete anche un "cucciolo di drago".

Un visitatore nella grotta di Postumia
Grotta di Postumia, Slovenia

3. Lago di Bohinj

Il lago di Bohinj si trova nel cuore del Parco nazionale del Triglav, circondato dalle montagne più alte della Slovenia. È un paradiso per gli amanti della vita all'aria aperta, con infinite possibilità di praticare varie attività nella natura, come escursioni, canyoning, kayak e altro ancora.

Parco Nazionale del Triglav e Lago di Bohinj...
Lago di Bohinj, Slovenia

4. Pirano e la costa

La Slovenia ha anche una costa corta ma bellissima, con molte città mediterranee panoramiche. Con la sua incantevole architettura veneziana, Pirano è una destinazione da non perdere, dove potrete scattare qualche foto romantica sulla collina della chiesa che domina il molo.

Tartini-quadro-in-Piran
Pirano, Slovenia

5. Valle dell'Isonzo e Alpi

Il fiume Soča, di colore verde smeraldo, si snoda lungo la valle dell'Isonzo, al confine occidentale del Parco Nazionale del Triglav. Con le alte vette alpine tutt'intorno, è il luogo ideale per gli appassionati di outdoor che desiderano esplorare le Alpi Giulie percorrendo i loro innumerevoli sentieri.

soca-valley-cove-scaled-1
Fiume Isonzo, Slovenia

Croazia

1. Dubrovnik

Una delle più belle città croate con un centro storico circondato da un imponente muro di pietra che si affaccia sul mare Adriatico. Passeggiate per le strade di pietra della città vecchia e riconoscete molti dei luoghi che sono stati utilizzati come set per le riprese della famosa serie televisiva Game of Thrones.

pexels-luciann-photography-3566139-scaled-1
Dubrovnik, Croazia

2. Laghi di Plitvice

Il Parco Nazionale di Plitvice è famoso per i suoi laghi terrazzati e le sue splendide cascate, riconosciute dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità. Percorrete i suoi sentieri di legno circondati da un paesaggio lussureggiante e vivete un vero paradiso verde.

Plitvice-laghi con cascate
Laghi di Plitvice, Croazia

3. Isola di Hvar

L'isola di Hvar è una delle isole più popolari della Croazia, punto di sosta per molte celebrità durante le loro crociere. Attrae i suoi visitatori per le sue splendide spiagge, per l'acqua cristallina e come destinazione top per l'addio al celibato in Croazia.

Isola di Hvar
Isola di Hvar, Croazia

4. Zagabria

La capitale della Croazia è orgogliosa del suo bellissimo centro storico e della secolare piazza Ban Jelačić. La città è ricca di stili architettonici diversi e di murales realizzati da artisti di strada locali e premia chi la visita a piedi.

shutterstock_145023952-scaled-1
Zagabria, Corazia

5. Spalato e Dalmazia

La Dalmazia è la zona più conosciuta della Croazia, dove tutti amano le innumerevoli isole, le splendide spiagge e la sua capitale, l'antica città costiera di Spalato. Le acque qui sono anche un paradiso per gli appassionati di pesca in cerca di Pesca del tonno in Croazia macchie.

Marino spaccato
Spalato, Croazia

Bosnia ed Erzegovina

1. Sarajevo

La capitale della Bosnia-Erzegovina si trova al crocevia di molte culture, il che la rende una delle città più vivaci dei Balcani. Assaggiate l'autentico "čevapčiči" nell'iconico mercato di Baščaršija, visitate una delle numerose moschee o ripercorrete la turbolenta storia della città visitando i suoi tunnel di guerra.

Sarajevo-Capitale della BiH-scala-2
Sarajevo, Bosnia-Erzegovina

2. Mostar

La città di Mostar sorge sulle rive del fiume Neretva, dove è possibile passeggiare per le strade del suo centro storico. Da non perdere è il Ponte Vecchio, protetto dall'UNESCO, che collega le due sponde ed è il simbolo della città.

Mostar-panorama
Mostar, Bosnia-Erzegovina

3. Parco nazionale di Una

Il Parco Nazionale di Una è il più grande parco di questo tipo in BIH, che cerca di preservare l'area incontaminata del fiume Una e dei suoi affluenti. Unitevi a noi in un tour privato per esplorare le sue numerose cascate e la diversità della flora e della fauna.

4. Banja Luka

Banja Luka è la seconda città più grande del Paese, dove l'influenza della storia illirica, ottomana, slava e austro-ungarica è visibile ovunque. Venite a visitare una delle nostre tour privati esplorate voi stessi gli ampi viali, l'architettura monumentale e i numerosi parchi.

5. Počitelj

Počitelj è un villaggio medievale di epoca ottomana costruito sulle rive del fiume Neretva. Provate a sentire come si viveva ai tempi degli Ottomani o ammirate il panorama dalla torre di Gavrankapetanović.

pexels-jocelyn-erskinekellie-8395634-scaled-1
Počitelj, Bosnia-Erzegovina

Montenegro

1. Baia e città di Kotor

Kotor è una bellissima e antica città costiera nella baia di Boka Kotorska, circondata da imponenti mura protette dall'UNESCO.

Vista dalle pareti di Kotor
Kotor, Montenegro

2. Budva

Oltre a essere conosciuta come la capitale del Montenegro, Budva è anche famosa per le sue lunghe spiagge sabbiose e per il suo vivace centro storico.

pexels-alexander-nadrilyanski-8214682-scaled-1
Budva, Montenegro

3. Parco nazionale del Durmitor e fiume Tara

Il Parco Nazionale si estende sul più grande massiccio montuoso del Montenegro e ospita ampie montagne, laghi incontaminati e prati verdi. Qui si trova anche il canyon più profondo d'Europa, quello del fiume Tara.

Il Lago Nero nel Parco Nazionale del Durmitor
Durmitor, Montenegro

4. Ulcinj

Ulcinj è l'antico porto montenegrino vicino al confine con l'Albania, la cui storia risale all'epoca dei Romani. È possibile prendere il sole sulla spiaggia sabbiosa Long Beach o visitare l'isola del delta del fiume Ada Bojana.

5. Amare

Il Lovćen è la montagna più famosa del Montenegro e il suo simbolo nazionale, protetto da un parco nazionale. È possibile visitare il mausoleo e il luogo di sepoltura del leader più importante del Montenegro, Petar Petrović Njegoš, in cima alla vetta più alta che domina il mare Adriatico.

Macedonia del Nord

1. Skopje

Nella capitale della Macedonia settentrionale si possono visitare molti monumenti architettonici come la Porta Macedonia, il Ponte di Pietra sul fiume Vardar e molti altri. I suoi luoghi epici possono davvero competere con le altre grandi capitali europee.

pexels-tamas-marton-4616611-scaled-1
Skopje, Macedonia settentrionale

2. Ohrid

Il lago di Ohrid è uno dei laghi più profondi e antichi d'Europa. Sulle rive del lago più grande della Macedonia settentrionale, si può visitare la città di Ohrid, soprannominata anche "Gerusalemme dei Balcani", perché un tempo vi si trovavano 365 chiese.

pexels-ljupco-dzambazovski-1346132-scaled-1
Ohrid, Macedonia

3. Canyon della Matka

Si tratta di una delle aree ricreative all'aperto più famose del Paese e un luogo popolare da visitare tutto l'anno. Qui è possibile fare escursioni, nuotare, pescare o semplicemente ammirare le bellezze naturali e le numerose chiese e monasteri storici nascosti all'interno del canyon.

4. Bitola

Bitola è una delle città più antiche del Paese, dove potrete esplorare la ricca storia della Macedonia settentrionale. Con una miscela di culture orientali e occidentali, visitare Bitola con uno dei nostri tour privati vi offre l'opportunità di provare molte delizie culinarie e la possibilità di far parte di un vivace stile di vita locale.

5. Monti Šar

I Monti Šar si trovano nella parte nord-occidentale del Paese e sono una delle catene montuose più grandi e più alte. Su un tour privato Qui si possono trovare gli Occhi di Šar Planina, come vengono chiamati i numerosi laghi glaciali della zona, o anche incontrare la razza locale di cani da pastore, lo Šarplaninac.

Serbia

1. Belgrado

Belgrado è la capitale della Serbia e una delle città più importanti di tutti i Balcani. È possibile visitare innumerevoli attrazioni storiche o moderne come il Tempio di Sava, la via Skadarlija, la fortezza di Kalemegdan e altro ancora.

pexels-lazar-krstic-10986493-scaled-1
Belgrado, Serbia

2. Zlatibor

Questa regione montuosa è uno dei luoghi più popolari del Paese per le attività all'aperto come l'escursionismo e lo sci. Da non perdere è la cabinovia panoramica più lunga del mondo.

3. Novi Sad

Novi Sad è la seconda città più grande della Serbia, nota soprattutto per la sua diversità culturale. Passeggiando per le strade della città, soprannominata l'"Atene serba", si possono visitare molte chiese di varie religioni, rilassarsi nella piazza della Libertà o provare l'acqua sulla spiaggia del fiume Danubio.

4. Niš

La città più grande del sud della Serbia è anche una delle più importanti dal punto di vista storico. È il luogo in cui si sono svolte molte battaglie, dove sono nati o hanno risieduto diversi imperatori romani e dove un visitatore appassionato troverà alcuni dei migliori piatti e alcune delle persone più gentili.

5. Kopaonik

È il più grande massiccio montuoso della Serbia e una destinazione per tutto l'anno per molti abitanti del luogo. In inverno è la stazione sciistica numero uno del Paese. Visitatela quando la neve si scioglie su un tour privato con noi e godetevi l'aria pulita e i vasti dintorni verdi.

Quando viaggiare nei Balcani

I Balcani continentali hanno un clima continentale umido, il che significa che gli inverni sono freddi e nevosi, le estati calde e soleggiate e le piogge sono più o meno uniformemente distribuite. Le zone costiere dei Balcani hanno un clima mediterraneo, quindi le estati sono più calde con meno pioggia e gli inverni sono più miti con maggiori precipitazioni.

In breve, il momento migliore per viaggiare dipende dalle vostre preferenze. Se vi piace il caldo e il sole, dovreste viaggiare in estate. Se invece vi sentite meglio con un clima più freddo, volete vedere un po' di neve e forse anche godersi un po' di sci, visitare la regione durante l'inverno. Il tempo dell'Avvento è splendido nei Paesi di tradizione cattolica come la Slovenia e la Croazia, quando le strade delle città sono illuminate con decorazioni natalizie e animate da bancarelle di cibo e vin brulé, mentre le comunità ortodosse in Serbia, Macedonia e altrove celebrano il Natale a gennaio. 

Se non avete voglia di sudare sotto il sole cocente o di rabbrividire sotto i fiocchi di neve, optate per il primavera calda ma fresca (aprile, maggio, giugno) o mesi autunnali (settembre, ottobre). Anche se non dovrebbe piovere troppo, non dimenticate di mettere in valigia un ombrello! Un altro vantaggio delle stagioni di transizione è che le masse di turisti non sono ancora arrivate o sono già partite, quindi i prezzi tendono a essere un po' più bassi e le attrazioni meno frequentate.

Esiste anche una serie di festival ed eventi sorprendenti nella regione che meritano di essere visitati, quindi potreste considerare di pianificare la vostra vacanza nei Balcani intorno a uno di essi. Gli appassionati di musica apprezzeranno il festival estivi come il Sea Star Festival di Umago, in Croazia, e il Druga Godba jazz festival di Lubiana, in Slovenia, a maggio, l'EXIT Festival di Novi Sad, in Srbija, a luglio, o il Guča Festival di tromba in Srbija, ad agosto.

Gli appassionati di cinema potranno scegliere tra una pletora di festival cinematografici durante tutto l'anno come il Sarajevo Film Festival, il Küstendorf Film & Music Festival, il Motovun Film Festival e il Dokufest.

Ci sono anche molti carnevali che celebrano la fine dell'inverno e l'arrivo della primavera, come i carnevali di Vevčani e Strumica nella Macedonia settentrionale, Kurentovanje in Slovenia, la festa della Mimosa in Montenegro e i carnevali in Croazia.

E questi eventi sono solo una piccola parte di ciò che si può vivere. In sintesi, nei Balcani c'è sempre qualcosa da fare!

Popolazioni balcaniche
Popolazioni balcaniche

Come raggiungere i Balcani 

Se si viaggia da altre regioni d'Europa relativamente vicine ai Balcani, è possibile verificare se ci sono treni o autobus che vanno dal vostro Paese ai Balcani. Se venite da lontano o preferite viaggiare in aereo, ci sono diversi aeroporti in cui potete volare.

Il aeroporti più grandi con voli diretti da oltreoceano sono in Venezia e Belgrado. In questo modo eviterete la seccatura delle coincidenze. Atterrare a Venezia è particolarmente comodo se inizierete il vostro tour dei Balcani in Slovenia, che si trova a una distanza relativamente breve da Venezia.

Ci sono anche aeroporti minori a Zagabria, Lubiana, Dubrovnik, Podgorica e Sofia, in modo da poter prendere voli in coincidenza da altri grandi aeroporti europei e atterrare in una delle città balcaniche elencate.

Aeroporto di Belgrado
Aeroporto di Belgrado

In viaggio nei Balcani

Viaggiare da soli nei Balcani comporta delle sfide. La più grande è spostarsi, perché gli orari, i costi e i punti di partenza dei mezzi pubblici sono difficili da trovare e spesso inaffidabili. Potreste dover chiamare il banco informazioni per controllare gli orari di partenza e i prezzi dei biglietti, perché le informazioni su internet sono inesistenti o non aggiornate.

Con l'eccezione di Romania, Serbia e Macedonia, l'infrastruttura ferroviaria è in gran parte sottosviluppata, il che significa che vi sono poche tratte ferroviarie. Anche i trasporti pubblici sono spesso lenti e scomodi, mentre i tassisti sono noti per truffare i turisti più ingenui. Le tariffe degli autobus possono essere piuttosto care e potreste dover acquistare il biglietto in anticipo alla stazione degli autobus e pagare un extra se avete dei bagagli. Detto questo, quando si parla di trasporti pubblici, gli autobus sono l'opzione miglioreperché possono portarvi praticamente ovunque vogliate andare, anche se ci vuole un po' di tempo per arrivarci. L'autobus è anche il modo migliore per spostarsi da un Paese balcanico all'altro.

Il Il modo più semplice per viaggiare intorno ai Balcani è quello di noleggiare un'auto oppure prendete la vostra auto. In questo modo si evita di dipendere dai trasporti pubblici, ma le strade possono essere piuttosto malandate e strette, per cui spostarsi nei Balcani è un po' una sfida in entrambi i casi. 

Attraverso la Croazia in auto
Viaggiare in Croazia in auto

Un altro ostacolo è rappresentato dal fatto che la Serbia, la Macedonia del Nord e la Bosnia-Erzegovina utilizzano il Alfabeto cirillico rispetto all'alfabeto latino a cui la maggior parte di noi è abituata. Questo può rendere la navigazione e gli spostamenti in questi Paesi molto difficili. Se tutto questo vi sembra un'avventura, allora vi divertirete sicuramente nei Balcani! Ma a prescindere dal vostro spirito avventuroso, viaggiare per i Balcani può essere complicato e travolgente - ed è qui che entriamo in gioco noi! 

Se scegliete di visitare i bellissimi Balcani con noi mettiamo a disposizione un'auto o un minivan per un massimo di otto persone, e un autista esperto e qualificato che saranno in grado di vincere tutte le sfide del traffico. Potrete godervi i panorami e immergervi nella rilassata atmosfera balcanica, mentre ci occupiamo di tutta la logistica.

Fare e non fare

I Balcani possono essere uno shock culturale per chi è abituato ai ritmi frenetici e produttivi della vita moderna. In definitiva, la cosa migliore di un viaggio è che annulla completamente la routine e le preoccupazioni quotidiane, e i Balcani possono fare proprio questo per voi. Ma ogni nuova cultura richiede un po' di tempo per abituarsi, quindi abbiamo preparato alcune linee guida che vi aiuteranno a raggiungere lo stato d'animo migliore per il vostro viaggio. Grande viaggio nei Balcani

Siate pazienti. Questa è una buona regola da seguire quando si viaggia ovunque, e i Balcani non fanno certo eccezione. Le infrastrutture e molti servizi sono tutt'altro che ottimali e questo può essere irritante se non ci si è abituati (e anche se lo si è, onestamente). La cosa migliore da fare quando ci si imbatte in una situazione fastidiosa è fare un respiro profondo, cercare di ridere della situazione e andare avanti.

Dite di sì. Gli abitanti dei Balcani sono noti per la loro ospitalità, il che significa che probabilmente verrete invitati per un caffè, un pasto autentico o magari per qualche bevanda fatta in casa. Accettate queste opportunità e date un'occhiata alla vita della gente del posto.

Imparate alcune frasi locali. Non è nemmeno così difficile, dato che la maggior parte delle lingue balcaniche, tranne l'albanese, derivano dallo stesso ramo. La gente del posto sarà piacevolmente sorpresa e apprezzerà il vostro gesto gentile. Quindi, ovunque andiate, cercate di imparare alcune frasi di uso quotidiano. Forse un abitante del luogo penserà che siete uno di loro, dopodiché la sua ospitalità passerà a un altro livello.

Suggerimento. La cultura delle mance in Europa non è sicuramente così diffusa come negli Stati Uniti, ma nei Balcani bisogna comunque lasciare la mancia. Molti locali che lavorano nel settore del turismo vivono di mance, poiché i loro bassi salari non tengono il passo con l'aumento del costo della vita. Se il servizio non è scadente, dovreste lasciare al cameriere, al tassista, ecc. almeno 10% di mancia per un buon servizio.

Essere rispettosi e sensibili alle questioni e alle politiche regionali.. Sebbene i Balcani possano sembrare un luogo di divertimento e svago, questa regione ha avuto un passato molto turbolento e problematico. Bisogna ricordare che le sanguinose guerre balcaniche sono iniziate già negli anni '90 e in alcune parti si sono protratte fino agli anni '00. Si tratta quindi di un argomento ovviamente ancora delicato, soprattutto perché le dolorose conseguenze delle guerre e della dissoluzione della Jugoslavia sono presenti ancora oggi. Ricordate quindi di essere rispettosi quando visitate i monumenti e i musei e quando parlate di questa storia con la gente del posto. Molti di loro hanno vissuto questi tempi bui, quindi bisogna avere tatto quando e se si trasmettono le proprie convinzioni politiche.

Fate domande piuttosto che fare dichiarazioni sulla politica. Non abbiate paura di chiedere ai locali la loro opinione sulla maggior parte delle questioni. Gli abitanti dei Balcani tendono a essere orgogliosi della loro cultura, quindi evitate di criticarli aspramente. D'altra parte, sono abbastanza aperti a parlare dell'attuale politica del Paese. Poiché spesso ritengono che la copertura mediatica nei Paesi occidentali sia stata distorta, saranno aperti a parlare della disgregazione della Jugoslavia se gliene darete l'opportunità. Ricordate però di non fare affermazioni azzardate sull'argomento, poiché il ricordo di quelle guerre è spesso ancora presente.

Non fare paragoni tra nazionalità. Non fate paragoni tra le diverse nazionalità degli Stati dell'ex Jugoslavia, perché questo può essere ancora un argomento delicato, soprattutto per le generazioni più anziane. Anche Paesi come la Bosnia sono un mix di etnie diverse, quindi per evitare presunzioni, chiedete pure.

Chiesa di San Sava a Belgrado
Chiesa di San Sava a Belgrado

Cibo

Se siete come noi, potete parlare di cibo all'infinito. Con tutti i tesori culinari che si possono trovare nei Balcani, questo è particolarmente vero.

L'unica cosa che accomuna tutte le diverse cucine balcaniche è che si tratta di una miscela di influenze. Nel corso della storia, molte culture hanno attraversato o si sono insediate nei Balcani, e il cibo che possiamo trovare qui oggi funziona come una sorta di mappa storica. 

Dalle influenze italiane sulla costa balcanica, all'Austria e all'Ungheria a nord, fino alle caratteristiche turche fortemente presenti con le invasioni turche e la lunga presenza dell'Impero Ottomano nella penisola balcanica, il correnti culturali diverse che attraversano i Balcani non fanno che arricchirlo. Qui, il cibo funge da mappa e da lezione di storia in un'unica soluzione. - se la regione in cui ci si trova è di mare, la cucina sarà naturalmente ricca di pesce e di sapori italiani. Se la regione è stata sotto il dominio austriaco, ungherese o turco, anche questo avrà modificato la sua cucina.

Slovenia incorpora nella sua cucina nazionale le influenze di tutti i Paesi vicini. Questo significa che c'è qualcosa per tutti i gusti - dalle salsicce e dai sostanziosi piatti invernali nelle Alpi, ai frutti di mare del Mediterraneo e ai piatti a base di pasta sulla costa, fino al gulasch e alle torte a strati di ispirazione ungherese nella parte orientale. Poiché la Slovenia è la patria di molti immigrati provenienti da altri Paesi balcanici, che si sono trasferiti qui ai tempi della Jugoslavia e successivamente, è possibile trovare anche ristoranti autentici che servono specialità balcaniche come cevapi e prebranac. 

Come paese costiero, Croazia è famoso per il suo pesce fresco e frutti di mareche potete trovare in qualsiasi "konoba" (ristorante croato) vicino al mare. Vanta anche olio d'oliva sorprendenteprodotti dagli ulivi che prosperano nel clima mediterraneo. Nelle zone continentali del Paese, la dieta comprende più carne, mentre la costa settentrionale della Croazia mostra una forte influenza italiana.

Bosnia ed Erzegovina ha una cucina che incorpora influenze occidentali e orientali. È un misto di cucina turca, mediterranea e serba. Si possono trovare anche alcune influenze dell'Europa centrale. Poiché l'Islam è la religione prevalente in Bosnia-Erzegovina, la carne di maiale è usata raramente, mentre si apprezzano carni come agnello, manzo, pollame e capra.

Montenegro La carne è un santo graal della cucina montenegrina, con agnello e vitello come carni principali. Anche il pesce è molto apprezzato in Montenegro. Ogni piatto è completato da verdure fresche, riso, prodotti lattiero-caseari di produzione locale, come ad esempio kajmake forse alcuni vino delizioso. In sostanza, non si può sbagliare con la cucina montenegrina, indipendentemente dai propri gusti.

Cucina serba è un mix di cucina bulgara, ungherese, greca e turca. Utilizza molta carne, verdure e prodotti caseari, ma i serbi vivono anche di pane e patate. Il cibo è soddisfacente, sostanzioso e delizioso con una gamma di sapori che vanno dal dolce, al salato, al piccante: qualunque sia, è sempre appetitoso.

Macedonia del Nord è famoso per il suo incredibili verdure frescheIl peperone rosso è la regina in carica. L'abbondanza di giornate di sole e di terreni fertili consente di coltivare molti prodotti di alta qualità e l'esportazione di ortaggi è una parte importante dell'economia della Macedonia settentrionale.

Albania La città si affaccia sul Mar Adriatico e quindi la sua cucina è in gran parte composta da Cucina mediterranea. La sua posizione geografica e il suo sviluppo storico hanno introdotto Influenze italiane, greche e turche nella sua tavolozza. L'esperienza culinaria albanese comprende frutti di mare, incredibili verdure fresche, formaggio feta, erbe mediterranee e incredibili dolci. Il tutto a un prezzo ridicolmente basso. Cosa c'è da non amare?

Autentico cibo balcanico tradizione si basa su piatti semplici e soddisfacenti e ingredienti freschi. Ogni regione ha le proprie specialità culinarie e la maggior parte dei nomi non ha una traduzione. Abbiamo fornito alcune brevi spiegazioni dei piatti più famosi nella sezione successiva, ma la cucina balcanica non può essere paragonata a nulla ed è quindi difficile da spiegare. L'unica soluzione è che veniate a provarla di persona!

Prebranac
Prebranac

Elenco dei piatti da provare nei Balcani

  1. Ćevapi e altre carni alla grigliaLe carni alla griglia, succose e saporite, accompagnate da una lepinja (un pane saporito simile alla pita) e da diversi condimenti, sono un piatto forte dei Balcani. Che si tratti di un picnic in famiglia, di un ristorante o di uno stand gastronomico a un festival musicale, la gente del posto vive per i cevapi (carne macinata alla griglia a forma di salsiccia), la pljeskavica (polpetta di carne speziata) e la lepinja. Vi sfidiamo a dare un morso e a non cadere nella mania del cevapi.
  2. Kajmak e ajvar: questi sono i condimenti più popolari e unici dei Balcani. Il kajmak è un prodotto lattiero-caseario cremoso tipico dei Balcani, prodotto praticamente in ogni fattoria balcanica. Può essere paragonato alla clotted cream, ma la gente del posto lo mangia più spesso con carni alla griglia come il cevapi. Lo consigliamo vivamente!

L'Ajvar si ottiene dai peperoni arrostiti che vengono poi tritati e cotti. È un condimento rinfrescante e delizioso, perfetto da mangiare con il pane o da abbinare alla carne. Anche la sua varietà piccante (ljuti ajvar) è molto popolare.

  1. Burek e pitaI dolci salati sono incredibilmente popolari in tutti i Balcani. Sono fatte di una sottile pasta sfoglia che viene riempita con diversi ripieni salati come carne macinata (burek), formaggio (sirnica o pita sa sirom), patate (krompiruša) o cavolo (zeljanica). Gli spinaci sono un altro ripieno popolare, così come le mele, che costituiscono una variante dolce. Si tratta di un ottimo spuntino o pasto da portare con sé, da provare assolutamente.
  2. Salsiccia della Carniola: la "kranjska klobasa" è un prodotto agricolo protetto dall'Unione Europea. Questo piatto sloveno viene spesso gustato con un contorno di crauti e costituisce un pasto sano e sostanzioso.
  3. BrodetSi tratta di uno stufato di pesce dalmata, tipico delle coste croate. Originario delle città costiere italiane, la ricetta ha attraversato l'Adriatico ed è stata completamente accolta dai croati.
  4. Sarmaè un piatto a base di carne e riso che viene arrotolato in foglie di cavolo. È originario del Medio Oriente ed è arrivato nei Balcani attraverso la cultura turca. "Sarma" in turco significa "avvolto".
  5. Prosciutto crudo: Il "pršut" è un prosciutto crudo tipico della Slovenia e della Croazia. Il "kraški pršut" sloveno è persino protetto dall'UE con un logo di indicazione geografica, che garantisce che solo il pršut prodotto nella regione del Carso possa essere venduto come kraški pršut.
  6. Gulasch: uno stufato di carne originario dell'Ungheria, vicino settentrionale dei Balcani. È diventato molto popolare nei Balcani. Si tratta di un piatto delizioso e sostanzioso, meglio se cucinato per ore su un fuoco all'aperto.
  7. Frutti di mareCon il mare Adriatico così vicino, non c'è da stupirsi che nei Balcani, e in particolare in Croazia, si possano trovare frutti di mare straordinari. Che abbiate voglia di pesce, conchiglie, polpo, granchi, potete trovare di tutto.
  8. Baklava: questo dolce a strati è originario della Turchia ed è solo uno dei tanti esempi di influenze turche che si trovano nei Balcani. Si prepara con pasta fillo, noci tritate - più spesso noci nei Balcani - e miele. È un delizioso dessert, uno spuntino o un accompagnamento per il caffè.
  9. Stufati di fagioliIl piatto è chiamato prebranac in Serbia e tavče gravče nella Macedonia settentrionale. I fagioli vengono cucinati e poi cotti al forno con cipolle, peperoni e talvolta carne in una tradizionale pentola di terracotta non smaltata. Se vi piacciono i fagioli, questo è il piatto che fa per voi. È caldo, gustoso e confortante, oltre che un'ottima fonte di proteine.
Caffè Baklava
Baklava con caffè

Bevande

Grazie alle vaste aree rurali e all'abbondanza di terreno fertile, non sorprende che i Balcani abbiano alcune regioni vinicole sorprendentiche offre una varietà di vini deliziosi a prezzi relativamente bassi. Acqua dolce è un altro tesoro dei Balcani e, grazie all'abbondanza di sorgenti con acqua incontaminata, la birra che se ne ricava è ottimo come ci si aspetterebbe.

Se state cercando la vera star dei Balcani, non cercate oltre. Rakija è una bevanda spiritosa a base di frutta locale come pere, prugne, albicocche o uva. Può anche essere infusa con diverse erbe, spezie e bacche, ma la tradizione vuole che ci si limiti alla frutta. La rakija ha nomi diversi a seconda della frutta che la compone, quindi la si può trovare anche con i nomi di dunja, šljivovica, lozovača e così via. Questa è la bevanda che vi viene servita ad ogni visita in una casa balcanica, ma non fatevi trarre in inganno dai bicchierini: la gente del posto si gusta la rakija sorseggiandola lentamente, non buttandola giù in un colpo solo. Con una gradazione alcolica di 40% o più, e padroni di casa molto generosi che vi riempiranno il bicchiere non appena lo svuoterete, questo è l'unico modo ragionevole per farlo.

Sebbene l'alcol sia una parte importante della cultura balcanica, non è tutto. Una delle caratteristiche più bevande analcoliche è sciroppo di sambuco che viene mescolato con acqua per ottenere una deliziosa bevanda simile a un succo.

Troverete anche una grande cultura del caffè con una lunghissima tradizione. Dall'espresso al Caffè turcoI Balcani amano qualsiasi tipo di caffè. A causa delle invasioni turche dal Medioevo in poi, i Balcani hanno ancora molte influenze turche, dall'architettura al cibo e, naturalmente, al caffè. Il caffè turco è accompagnato da un modo tradizionale di berlo e di prepararlo, che prevede la cottura del caffè in una pentola speciale chiamata "đezva".

L'ultima bevanda che vi consiglieremo potrebbe essere considerata più uno spuntino che una bevanda: stiamo parlando dello yogurt. Quando si viaggia per i Balcani non si può perdere la leggendaria combinazione di bere yogurt mentre si mangia il burek, la tradizionale pasta salata balcanica.

Rakija
Rakija

Sicurezza - È sicuro visitare i Balcani?

La sicurezza è sempre uno degli aspetti da considerare prima di recarsi in un Paese straniero. Poiché molte persone hanno sentito parlare dei Balcani solo nel contesto delle guerre balcaniche, l'impressione che si tratti di una zona pericolosa permane. La realtà non potrebbe essere più diversa. Dopo le guerre degli anni '90, la regione non ha vissuto conflitti violenti. Le guerre hanno avuto un forte impatto in quanto molti dei Paesi balcanici non sono ancora riusciti a raggiungere la stabilità economica o la prosperità, ma la situazione è comunque pacifico, stabile e sicuro. Sebbene le nazioni possano litigare tra loro, la gente è generalmente molto accogliente nei confronti degli stranieri e desiderosa di aiutare.

Tassi di criminalità nei Balcani sono generalmente inferiore a quello dell'Europa occidentaleLa regione è quindi molto sicura e non ci si deve preoccupare troppo di essere derubati o aggrediti, basta usare il buon senso per tenersi al sicuro, come si farebbe nella vita di tutti i giorni. 

Visita privata
Turismo nei Balcani

Il denaro

I Balcani comprendono molti Paesi diversi che non sono collegati in una federazione o in un'unione. Questo significa che quando si viaggia nei Balcani è necessario utilizzare una valuta diversa ogni volta che si attraversa un confine. Quando si devono gestire quattro, cinque o anche più valute diverse nell'arco di poche settimane, la situazione può diventare piuttosto opprimente, ma abbiamo alcune informazioni e consigli di base per aiutarvi.

Slovenia, Montenegro e dal 2023 anche la Croazia sono i Paesi dei Balcani che utilizzano l'euro.

La valuta dell'Albania è il lek albanese. 1 euro corrisponde a circa 122 lek albanesi.

La valuta della Macedonia settentrionale è il denar macedone. 1 euro corrisponde a circa 62 denari macedoni.

La moneta della Bosnia-Erzegovina è il marco bosniaco convertibile. 1 euro corrisponde a circa 2 marchi bosniaci convertibili.

La valuta della Serbia è il dinaro serbo. 1 euro corrisponde a circa 117 dinari serbi.

I tassi di cambio possono portare a costi piuttosto elevati, per cui è meglio pagare direttamente con carta se è possibile. Le carte di credito sono ampiamente accettate in Slovenia, Croazia e nelle città più grandi dei Balcani, mentre è Nelle zone rurali è consigliabile portare con sé del denaro contante.mercati locali e ristoranti più piccoli. È anche utile avere qualche spicciolo per le mance (anche se la maggior parte delle persone accetta volentieri mance in euro).

Se vi trovate bisogno di denaro nella valuta corretta, l'opzione migliore è quella di prendetelo dal bancomat. Cercate di prelevare la quantità di contanti necessaria e optate per diversi prelievi piuttosto che prelevare troppo denaro in una valuta che non potrete utilizzare in altri Paesi. Potrete risparmiare molto denaro se cercate di procurarvi un Carta bancomat senza commissioni e nessuna spesa per le transazioni estere. Il nostro consiglio è di evitare gli uffici di cambio a meno che non abbiate altra scelta, perché le loro tariffe sono molto elevate.

Il denaro
La Croazia passa dalla kuna all'euro nel 2023

Visti

Come membri dell'Unione europea, Slovenia e Croazia fanno parte del sistema Schengen. Se provenite da un Paese che non fa parte dell'UE o dell'America del Nord, dovete sempre verificare se i cittadini del vostro Paese sono tenuti a richiedere un visto Schengen per entrare nell'UE e attraversare le sue frontiere interne.

Bosnia ed Erzegovina non richiede un visto se si prevede di rimanere nel Paese per un massimo di 90 giorni. Se siete interessati a informazioni più dettagliate, guardate qui

Montenegro concede l'esenzione dal visto per 90 giorni agli stranieri provenienti da gran parte del mondo, ma ne sono esclusi i Paesi dell'Africa, della maggior parte dell'Asia e di alcune zone del Sud America. devono ottenere un visto prima di recarsi in Montenegro.

Serbia concede l'esenzione dal visto ai viaggiatori provenienti dai Paesi dell'area Schengen, dall'UE o dagli Stati Uniti, oppure in possesso di un visto Schengen, del Regno Unito e di altri Stati membri in corso di validità. Gli altri viaggiatori devono sempre verificare il tipo di visto di cui hanno bisogno e prendere tutti i provvedimenti necessari prima di recarsi in Serbia.

Se provenite da uno Stato membro dell'UE, dagli Stati Uniti o dal Canada, o siete in possesso di un visto britannico, canadese, statunitense o di un visto Schengen a ingresso multiplo valido per la Macedonia del Nord, siete pronti a viaggiare verso Macedonia del Nord. In caso contrario, è necessario assicurarsi di ottenere un visto che vi permetterà di attraversare il suo confine.

Come per la maggior parte dei Paesi balcanici, Albania'La politica dei visti è simile a quella dell'Area Schengen. L'Albania concede l'esenzione dal visto per 90 giorni a tutti i cittadini dell'Allegato II di Schengen, ma ci sono alcune eccezioni, così come altri Paesi i cui cittadini sono esenti da visto. controllare il luogo in cui ci si trova prima di partire

Parco Nazionale del Durmitor e Lago Nero-scala-1
Parco nazionale del Durmitor

Salute e assicurazione

Ci sono nessun rischio particolare per la salute che comporta un viaggio nei Balcani. Ci limiteremo quindi a fornire alcune linee guida generali su come prendersi cura della propria salute e dell'assicurazione sanitaria durante il viaggio.

Se siete cittadini dell'UE e visitate la Slovenia o la Croazia, la vostra assicurazione sanitaria di base è coperta da accordi di reciprocità. Tutto ciò di cui avete bisogno è il vostro Tessera europea di assicurazione malattiache potete ottenere gratuitamente attraverso la vostra assicurazione sanitaria. Se non siete cittadini di uno dei Paesi dell'UE, avete il diritto di ricevere cure mediche d'emergenza, ma dovete pagarle.

In entrambi i casi, è molto consigliabile optare per una piano di assicurazione medica di viaggio aggiuntivoche copre i trattamenti non urgenti ma necessari in cliniche private e gli scenari più gravi come un viaggio in ambulanza o un volo di emergenza verso casa. Quando si decide di stipulare una polizza, è bene verificare se la compagnia assicurativa pagherà direttamente i servizi medici di cui si potrebbe avere bisogno, oppure se si dovranno coprire le spese ed essere rimborsati in seguito. 

Assistenza sanitaria nei Balcani è generalmente facilmente reperibili e meno costosi rispetto all'Europa occidentale. In farmacia è possibile trovare buoni consigli e farmaci da banco per patologie minori. I farmacisti sono anche una buona fonte di consigli sulla necessità o meno di consultare un medico. Se si viaggia al di fuori delle grandi città, è consigliabile informarsi sull'assistenza medica disponibile in caso di emergenza, perché ci sono meno medici e istituzioni mediche. Le ambasciate, i consolati e gli hotel più grandi sono solitamente in grado di fornire questo tipo di informazioni.

Ci sono nessuna vaccinazione obbligatoria è necessario visitare i Balcani occidentali. L'opzione più sicura è quella di seguire Le raccomandazioni generali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Consigliano a tutti i viaggiatori di vaccinarsi contro difterite, epatite B, morbillo, parotite, pertosse, poliomielite, rosolia, tubercolosi, tetano e varicella, indipendentemente dal luogo in cui si viaggia. È consigliabile recarsi dal medico per qualsiasi vaccinazione almeno sei settimane prima del viaggio, in modo da avere il tempo necessario per fissare un appuntamento e far sì che i vaccini producano l'immunità prima della partenza. Il Centro statunitense per il controllo delle malattie consiglia anche a chi viaggia a lungo, a chi ama stare all'aria aperta e a chi lavora con gli animali di sottoporsi alla vaccinazione antirabbica.

Si consiglia di procurarsi anche il vaccino contro l'encefalite da zeccheche protegge dalla malattia diffusa dal morso delle zecche. L'encefalite da zecche può portare a una grave infezione cerebrale, quindi è molto importante vaccinarsi, soprattutto se si prevede di trascorrere del tempo nella natura.

L'acqua potabile è facilmente disponibile in tutti i Paesi balcanici. In Bosnia, Croazia, Serbia, Kosovo e Slovenia è possibile bere l'acqua del rubinetto. L'acqua del rubinetto è sicura anche nella maggior parte dell'Albania, del Montenegro e della Macedonia settentrionale, ma è sempre meglio informarsi con la gente del posto prima di berla, perché in alcune zone potrebbero esserci dei problemi. In ogni caso, l'acqua in bottiglia è economica e facilmente reperibile, ma con l'ottima acqua del rubinetto, l'opzione migliore è quella di riempire semplicemente la vostra bottiglia d'acqua. Il vostro portafoglio e il pianeta vi ringrazieranno.

Il il numero di telefono di emergenza è 122 in tutti i Paesi balcanici. Un operatore risponderà alla vostra chiamata e invierà i soccorsi adeguati.

Navigazione in piccolo gruppo a scalare
Vela in Croazia

Cosa mettere in valigia

Sappiamo che fare le valigie per un viaggio può essere piuttosto stressante, soprattutto se si tratta di un viaggio lungo e se si va in una località sconosciuta, senza sapere bene cosa aspettarsi. Per questo motivo abbiamo raccolto un elenco di Guida sintetica all'imballaggio per aiutarvi a preparare la vostra straordinaria avventura nei Balcani.

Il modo più semplice per assicurarsi di avere tutto ciò che serve è quello di fare un lista di controllo di cosa mettere in valigia. Durante l'assemblaggio, tenere presente che viaggiare leggeri è sempre la soluzione migliore, sia per la schiena quando si trascinano le borse da un posto all'altro, sia per il portafoglio e il evitare spese extra in aeroporto.

Già che siamo in tema di aeroporti, sempre controllare le misure e il peso massimo dei bagagli che la vostra compagnia aerea accetta. La maggior parte delle compagnie aeree consente di imbarcare un bagaglio e un bagaglio a mano. Di solito, il limite massimo di peso è di circa 22,67 kg per ogni bagaglio registrato e le dimensioni sono limitate. La dimensione massima più comune per un bagaglio è solitamente di circa 62 pollici lineari (157,5 cm). 

Una borsa di dimensioni comuni che può essere imbarcata in aeroporto è di 27″ x 21″ x 14″ (68,6 x 53,3 x 35,5 cm). Verificate sempre le misure esatte dei bagagli e le altre restrizioni con la vostra compagnia aerea. Come gli aerei, anche i nostri trasferimenti via terra hanno una capacità limitata, soprattutto in caso di arrivo di più ospiti. Le restrizioni sono quindi per lo più limitate a un bagaglio grande e a un bagaglio a mano.

Gli apparecchi elettronici e gli oggetti personali devono essere riposti nella borsa a mano. È inoltre consigliabile mettere nel bagaglio a mano un cambio di vestiti per un giorno, nel caso in cui si verifichino complicazioni con i bagagli in aeroporto.

Ha senso mettere in valigia il bagaglio a mano in uno zainoche vi serviranno durante le vostre escursioni o visite turistiche nei Balcani.

Se avete una valigia o una borsa dall'aspetto poco appariscente per il vostro bagaglio grande, vi consigliamo di legare una sciarpa colorata o qualcosa di simile ad esso, in modo da poter individuarlo rapidamente al ritiro bagagli e non confonderlo con quello di qualcun altro.

Passiamo ora alla domanda vera e propria... Cosa mettere in valigia? Il modo più semplice per fare la valigia è considerare il vostro itinerario quotidiano e pensare a ciò che indosserete ogni giorno. I nostri tour nei Balcani vi porteranno in città, in montagna e al mare, quindi è importante fare la valigia per diverse occasioni. Portate con voi alcuni abiti comodi e sportivi, alcuni i prodotti di base su cui fate affidamento nella vita di tutti i giornie qualche cche vi terranno al fresco il più possibile nel clima mediterraneo caldo e soleggiato. Un ombrello e/o una buona giacca da pioggia è un must per quasi tutte le destinazioni di vacanza. E ricordate, la chiave per un viaggio piacevole è scarpe comode!

Se il vostro tour include attività fisiche come l'escursionismo o gli sport d'avventura, vorrete naturalmente adattare il contenuto del vostro bagaglio in modo appropriato. Bagaglio abiti che forniscono comfort, calore (o di tenervi al fresco, a seconda della stagione), e funzionano bene in situazioni di sudorazione - alcune persone preferiscono materiali naturali come cotone, lino e lana, mentre altri si dedicano a un uso più avanzato sintetico abbigliamento progettato per lo sport.

Non dimenticate di mettere in valigia un costume da bagno e un asciugamano, perché i Balcani offrono un'infinità di spiagge e laghi incredibili dove potrete tuffarvi in acqua.

Ricordate solo di mettere in valigia ciò che va bene per voi e che c'è non c'è bisogno di comprare un intero guardaroba nuovo per il viaggio. La cosa più importante è che abbiate scarpe comode e una sorta di protezione dalla pioggia.

Se avete altre domande o dilemmi chiedeteci pure, saremo felici di aiutarvi!

Preparare i bagagli per il viaggio
Imballaggio per il viaggio

Telefoni e Internet

Prima di viaggiare in un paese straniero è importante guardare il piano internet che avete con il vostro fornitore di servizi di telecomunicazione. Potrebbero esserci grandi differenze tra le restrizioni dei vari paesi e costi di internet possono spesso raggiungere cifre molto elevate e smorzare il buonumore dopo il viaggio. Lo stesso vale per le chiamate e i messaggi di testo.

Se si sospetta di avere spesso bisogno di questi servizi durante i viaggi, è meglio scegliere un piano dati di viaggio aggiuntivo. Questo investimento iniziale vi eviterà le alte tariffe di roaming.

Codici di chiamata nazionali per i Paesi dei Balcani occidentali sono i seguenti:

Slovenia +386

Croazia +385

Bosnia ed Erzegovina +387

Serbia +381

Montenegro +382

Macedonia settentrionale +389

Albania +355

Telefono cellulare in Croazia
Esaminate il vostro piano internet prima di partire

Tempo

La regione balcanica si trova nella Fuso orario dell'Europa centrale e segue l'ora solare dell'Europa centrale (CET). Il CET è un'ora avanti rispetto all'ora di Greenwich (GMT +1).
Seguono i Balcani Ora legalePer questo motivo, in estate gli orologi vengono spostati in avanti di un'ora (GMT +2). Questo vale per la maggior parte dell'Europa. Con l'arrivo dell'autunno, l'ora viene riportata all'ora dell'Europa centrale.

Viaggiate nei Balcani attraverso la Slovenia, la Croazia, la Serbia, il Montenegro, la Bosnia e l'Albania e scoprite le città antiche, il mare Adriatico, i parchi nazionali e molto altro.
© Copyright by I tour dei Balcani
Società di portafoglio di Scoperta del mondo.